Questo sito utilizza cookies per migliorare servizi e informazioni. Continuando la navigazione o cliccando OK si accetta l'utilizzo. Informativa Cookies | OK
Chi siamo | Contatti | Newsletter

Le stelle di Fes ...


 

Oilibya Rallye del Marocco

 

Comunicato del 6 ottobre 2017

 

Le stelle di Fes ...


Oggi al Rallye Oilibya del Marocco, dopo 12 km di speciale tra le valli di Fes, i primi 15 delle categorie moto (FIM) e auto (FIA) hanno fissato la priorità dell'ordine di partenza per la prima tappa in direzione di Erfoud. Il tracciato era veloce, tipico del WRC e molto scivoloso. Nella categoria moto è partito per primo e un po' nervoso, dice, il cileno Pablo Quintanilla (Rockstar Ebergy Husqvarna Factory N.1) leader del Campionato del mondo in carica, ma ritarda di una cinquantina di secondi dal francese Antoine Meo (KTM Red Bull Factory N.8) e di 17 secondi dal britannico Sam Sunderland (KTM n.2) e l'austriaco Matthias Walkner (KTM n.6). Un errore di navigazione che gli costa più di un minuto tradisce anche il portoghese Paulo Goncalves (Honda fabbrica Monster Energy No. 9).
Sam Sunderland (KTM Red Bull Factory # 2) nonostante un inconveniente al GPS, ha finalmente ottenuto la prima posizione davanti al compagno di squadra austriaco Matthias Walkner (KTM Red Bull Factory 6) e al cileno Pablo Quintanilla n° 1 Husqvarna. Sunderland corre con una moto completamente nuova e preferisce non rischiare troppo, ma il titolo mondiale è a portata di mano e sicuramente non perderà l'occasione di conquistarlo.
Tra i Quads: l'olandese Kees Koolen (Barren No. 103), attuale leader del Campionato del mondo FIM, si è lanciato all'attacco davanti ai francesi Sébastien Souday (n ° 101) e al grande polacco Rafal Sonik (No. 111).
Tra le auto, Nasser Al Attiyah e Mathieu Baumel (Toyota Hilux Overdrive n. 300) si sono piazzati davanti alla MINI John Cooper Works di Nani Roma (n. 308) e a Mikko Hirvonen (n.305).

 

 

Nella categoria auto, Nasser Al Attiyah in coppia con il francese Mathieu Baumel (Toyota Hilux Overdrive No. 300), vincitori della Coppa del Mondo nel 2017, al traguardo arrivano 18 secondi prima della Peugeot 3008 DKR N. 312 di Sébastien Loeb e Daniel Elena, ma sono poi stati penalizzati di un minuto per un eccesso di velocità. Nani Roma e Mikko Hirvonen con la MINI John Cooper Works, nonostante alcuni problemi di visibilità negli ultimi 5 km dovuti alla polvere fanno un buon tempo, Carlos Sainz (3008 DKR No. 310) quarto e, sorpresa della giornata: il Buggy Optimus N. 323 del francese Pierre Lachaume e Jean-Michel Polato che interferisce tra i grandi nella top-five "Un quinto posto tra i migliori piloti della disciplina è davvero una sorpresa" dice "e comunque molto incoraggiante".

Nella categoria T2 si impone Adel Abdoula (Qatar - Nissan Patrol N. 360) e prende il controllo della gara davanti al suo principale rivale in Coppa del Mondo, Seaidan Yassir (Arabia) su Toyota LandCruiser.

I vincitori della categoria Open 2016, Christian Lavieille e Jean-Pierre Garcin (Toyota Land Cruiser Autobody N. 400) stanno già prendendo le redini della classe davanti al buggy di Picard/Duplé.

 

CAMION: VILLAGRA E' IL PIU' VELOCE

Sempre nella categoria Open, ma dei camion oggi è in prima linea l'argentino Federico Villagra su Iveco, davanti alla Renault con l'olandese Martin van den Brink e l'Iveco del kazako Artur Ardavichus e dell'olandese Van Ginkel , tutti staccati da meno di 30 secondi. Meno veloce su questo tracciato il MAN della portoghese Elisabete Jacinto che completa la top five del giorno.

 

news by presse@npo.fr

Foto  ©apphotosport

info@apphotosport.com

 



sponsor+


partner

CAMPIONATI

ARCHIVIO:

2014 - 2015 - 2016

     


Gianna Vardanega - Via Broch 5 33070 Brugnera (PN) policy/privacy - Cookies - P.IVA 01432960936
Testata giornalistica quotidiana registrata al Tribunale di Pordenone al nr. 41/2013