Questo sito utilizza cookies per migliorare servizi e informazioni. Continuando la navigazione o cliccando OK si accetta l'utilizzo. Informativa Cookies | OK
Chi siamo | Contatti | Newsletter

XXVI ITALIAN BAJA

21/06/2019

 

 

FIA WORLD CUP

 

FOR CROSS COUNTRY BAJAS

 

 


XXVI ITALIAN BAJA 

 

21-23 GIUGNO 2019

 

 

Programma

Giovedì 25 aprile 2019 Apertura iscrizioni dalle ore 09:00
Sabato 25 maggio 2019 Chiusura iscrizioni con tassa agevolata alle ore 24:00
Lunedì 6 giugno 2019 Chiusura iscrizioni alle ore 24:00

Sabato 15 giugno 2019
Ore 11:00 Presentazione della 26^ edizione dell'Italian Baja presso il Centro Commerciale Granfiume di Fiume Veneto
Ore 11:30 Pubblicazione elenco iscritti presso il Centro Commerciale Granfiume di Fiume Veneto e sul sito web

Mercoledì 19 giugno 2019 Chiusura uffici a Pordenone alle ore 22:00

Giovedì 20/06/2019 Quartier Generale a Pordenone Fiere, viale Treviso 1- Pordenone
10:00/22:00 Apertura uffici QG-2° piano
14:00/20:00 Accredito team QG-Biglietteria sud
17:00/21:30 Verifiche sportive QG- Piano terra
17:00/21:30 Consegna dispositivi di sicurezza SPORTTRAXX QG- Piano terra
17:30/22:00 Verifiche tecniche QG- Haal #6

Venerdì 21 giugno 2019
07:30/23:00 Apertura uffici
08:00/13:00 Accredito team
08:00/13:00 Consegna dispositivi di sicurezza SPORTTRAXX QG Piano terra
08:00/13:00 Verifiche sportive QG - Piano terra
08:30/13:30 Verifiche tecniche QG - Hall#6
10:00/13:00 Shake down San Martino al Tagliamento
14:30 Conferenza stampa pre gara QG - Sala stampa
15:00 Prima riunione degli Steward QG - 2° piano
16:00 Pubblicazione lista veicoli ammessi alla partenza - QG Albo di gara e sito web
16:15 Convocazione al briefing e consegna road book - QG 1° piano
16:30 Inizio briefing - QG 2° piano - Sala Zuliani
17:30 Cerimonia di partenza - QG Parterre
18:30 Start Super Special Stage SSS1 - Zoppola (PN)
21:45 Cerimonia di scelta dell'ordine di partenza dei primi 10 nella Leg 2 - Lignano Pineta (UD)
23:00 Finish Leg1 - Parco chiuso -QG Hall#5
23:15 Pubblicazione ordine di partenza Leg 2 - QG Albo di gara e sito web

Sabato 22 giugno 2019
06:30/21:30 Apertura uffici - QG 2° piano
07:00 Partenza Tappa 2 - QG Parterre
08:00 Partenza SS2 - Barbeano (PN)
12:00 Partenza SS3 - Barbeano (PN)
16:00 Partenza SS4 - Barbeano (PN)
19:00 C.P. al centro commerciale "Granfiume" di Fiume Veneto (PN)
19:30 Presentazione equipaggi - Riordino a Maron di Brugnera (PN)
21:00 Fine Tappa 2 - QG Hall#5
21:15 Pubblicazione Lista Partenti Tappa 3 - QG Albo di gara e sito web

Domenica 23 giugno 2019
07:30/18:00 Apertura uffici - QG 2° piano
08:00 Partenza Tappa 3 - QG Parterre
09:00 Partenza SS5 - Gradisca di Spilimbergo (PN)
12:30 Partenza SS6 - Gradisca di Spilimbergo (PN)
14:00 Fine Tappa3 - QG Hall#5
15:30 Podio e Premiazioni - QG Parterre
16:00 Verifiche post gara - QG o"Carini auto"
16:15 Conferenza stampa post gara - QG Ufficio stampa
17:00 Pubblicazione delle classifiche provvisorie - QG Albo di gara e sito web
17:00 Apertura parco chiuso - QG Hall#5

 

 

 

 

La corsa iridata sul greto dei fiumi ha in serbo grandi novità di tracciato

 

Pordenone 25.04.2019 .Comincia oggi il conto alla rovescia ufficiale per l’appuntamento del 21-23 giugno: aprono le iscrizioni all’Itralian Baja che si chiuderanno alla mezzanotte di giovedì 6 giugno. Chissà chi sarà il primo equipaggio a inviare la propria scheda alla segreteria del Fuoristrada Club 4×4 Pordenone. Una volta in questa sfida virtuale era maestro Paolo Mora, quasi sempre il più rapido nel “clic” sul computer non appena disponibile la procedura online. Poi nella gara vera il parmense, al pari degli altri driver nazionali, ha sempre dovuto cedere il passo ai concorrenti stranieri, dominatori indiscussi tranne nell’anno di grazia 2000, quando Franco Germanetti riuscì ad imporsi decisamente a sorpresa assieme con un Nissan Patrol battendo l’argentino Luis Perez e il francese Jean Pierre Strugo. E’ una lunga attesa quella che caratterizza l’Italian Baja 2019, perché, dopo la disputa di Northern Forest in Russia a febbraio e Dubai International a marzo, il calendario Fia non ha previsto altre gare per la nuova Coppa del Mondo Bajas prima della sfida sui greti di Meduna, Cosa e Tagliamento, cui faranno seguito le restanti cinque prove in quattro mesi. Una pausa forzata che fa mordere il freno a tanti piloti e c’è persino chi, come lo “zar” Boris Gadasin, sta attendendo lo start a Pordenone per rimettersi in gioco e provare a centrare il poker di vittorie. “Sia quel che sia – filosofeggia Mauro Tavella – noi stiamo lavorando per realizzare un’altra edizione memorabile. Le ultime due stagioni abbiano ottenuto la pagella più alta tra le gare di cross country rally Fia e ci teniamo un sacco a fare ancora una gran bella figura. L’impegno di quest’anno è racchiuso nella formula “tutto in 72 ore”, con un Italian Baja di oltre 400 km di tracciato cronometrato che troverà il tempo di valorizzare un vasto territorio, correndo anche sulla sponda sinistra del Tagliamento, facendo passerella a Lignano Pineta e Brugnera, tenendo base in Fiera di Pordenone e la presentazione al centro commerciale GranFiume”.

 

 

 


 

Italian Baja 2019, appuntamento globale

La lunga sosta agonistica dopo Northern Forest e Dubai International fa crescere l’attesa per la sfida del Fuoristrada Club 4x4 Pordenone
Pordenone, 3 aprile 2019_ Potrebbe registrare un record d’iscritti l’Italian Baja 2019. La decisione della Fia d’istituire da quest’anno la Coppa del Mondo Bajas, con otto gare da 400-600 km di tracciato cronometrato e svolgimento in tre giorni quando viene compresa una super special stage, ha di fatto partorito un calendario in cui Pordenone (da venerdì 21 a domenica 23 giugno) sarà la terza tappa iridata dopo Baja Russia – Northern Forest che si è corsa a febbraio nella Repubblica di Carelia e Dubai International Baja andata in scena a marzo negli Emirati Arabi Uniti. Oltre tre mesi di stop, dunque, per tanti piloti che frequentano abitualmente questo tipo di competizioni, brevi ma intense nel panorama della specialità fuoristrada. Logico, quindi, aspettarsi una voglia di rimettersi in gioco sia del leader provvisorio Vladimir Vasilyev (in Russia con una Mini, a Dubai su Toyota Hilux) che degli antagonisti come il lituano Benediktas Vanagas (altra Hilux), il ceco Martin Prokop (Ford Raptor), gli immancabili Boris Gadasin (G-Force) e Miroslav Zapletal (Hummer), magari anche Khalid Al Qassimi (Peugeot 3008 Dkr), driver degli Emirati battuto in casa sua da Jakub Przygonski (Mini Cooper John Works Buggy). E proprio il talentuoso polacco, vincitore delle ultime due edizioni di Italian Baja, rappresenta la mina vagante per la Coppa del Mondo Bajas avendo una girandola di impegni con il suo team protagonista anche dell’altra creatura Fia, ovvero la Coppa del Mondo Cross Country Rallies, ridotta solo a quattro gare da 1000 km dopo la cancellazione della sfida in Turkmenistan. Al momento non è dato sapere se “Kuba” sarà di nuovo in gara Pordenone. Per quanto riguarda il profilo internazionale dei singoli appuntamenti, in Carelia e a Dubai hanno corso piloti e navigatori di 15 nazioni, mentre l’Itaian Baja 2018 ha avuto concorrenti da 24 diversi Paesi. Ottimo auspicio per una sfida davvero mondiale sui greti di Meduna, Cosa e Tagliamento.

Foto: Italian Baja, partenza di un settore selettivo (Schneider Photo)


 

Pordenone, 21 febbraio 2019_ Siccome c’è sempre bisogno di un punto di partenza, inizia oggi il conto alla rovescia per la XXVI Italian Baja, a quattro mesi esatti da venerdì 21 giugno quando verrà dato lo start ufficiale alla competizione valida per la Coppa del Mondo Cross Country Bajas. Una riunione dello staff organizzativo servirà stasera a mettere a punto il regolamento particolare di gara con la novità più significativa: “Tutto in 72 ore”. Cioè la nuova sfida del Fuoristrada Club 4x4 Pordenone è quella di riuscire a concentrare l’Italian Baja in tre giorni, con risparmio significativo di tempi e costi per l’intero “circus iridato” mantenendo però l’impianto consolidato: verifiche, shake-down e super special stage il venerdì, tappa lunga al sabato, tappa breve la domenica e cerimonia di premiazione. Teatro della corsa i greti di Meduna, Cosa e Tagliamento, uno scenario speciale e suggestivo per equipaggi che arrivano da ogni parte del mondo, da tracciati innevati, steppe desolate, dune sabbiose. Un richiamo irresistibile anche per tanti concorrenti italiani, spesso costretti ad affrontare tracciati rallistici a fondo compatto con scarse caratteristiche di fuoristrada. “Abbiamo in cantiere anche altre novità di logistica e di tracciato complessivo – assicura il team principal Mauro Tavellache riveleremo a tempo debito, perché l’Italian Baja sarà una volta di più vetrina sportiva e di promozione del territorio per l’intera regione Friuli Venezia Giulia”. Intanto lo scorso weekend si è svolta la Baja Russia – Northern Forest nella Repubblica di Carelia, compresa tra Finlandia, mar Bianco e laghi Ladoga e Onega. Freddo glaciale per il primo appuntamento di Coppa del Mondo, con vittoria dei finnici Tapio Lauronen e Toni Tapio Lauronen su Mitsubishi Pajero. Sul podio i russi Vladimir Vasilyev (vincitore dell’Italian Baja 2012) e Konstantin Zhiltsov su Mini Cooper Countryman, terzo posto per il lituano Benediktas Vanagas con il navigatore polacco Bartlomej Boba su Toyota Hilux.

 

 

Italian Baja 2019, un tuffo fra la gente

Sarà Lignano Pineta a ospitare la cerimonia di scelta dei numeri di partenza
E chiusa la prima tappa, i mezzi faranno passerella al GranFiume e Brugnera

 

Pordenone, 7 marzo 2019_ Promuovere il territorio di riferimento è sempre stato uno degli obiettivi dell’Italian Baja, con la competizione sportiva che ha saputo creare e consolidare un forte indotto economico per le attività ricettive, e attivare un rimando d’immagini del Friuli Venezia Giulia in tutto il mondo grazie alla partecipazione di concorrenti da ogni parte del globo. Sarà così anche il prossimo giugno. Dopo la super special stage di apertura al “Valvadrom” di Valvasone, la sera di venerdì 22 i veicoli raggiungeranno Lignano Pineta e precisamente il piazzale del Tenda Bar, tradizionale approdo glamour dei turisti balneari. Alle 21:45 andrà in scena la cerimonia di scelta dei primi dieci numeri di partenza per la prima tappa e verranno presentati uno ad uno gli equipaggi in gara. “Siamo contenti di ospitare nuovamente l’italian baja – dichiara il vice sindaco Alessandro Marosa che torna in passerella a Lignano dove ha lasciato magici ricordi di una sfida ruggente. Sport e turismo vanno a braccetto nella nostra località, tanto più quando si tratta di un grande evento che può farci ulteriormente apprezzare in ambito internazionale”. E se rimane ovviamente complicato per il grosso pubblico seguire la corsa sui greti di Meduna, Cosa e Tagliamento,raggiungibili solo con fuoristrada, sabato 23 l’Italian Baja andrà altre due volte verso la gente, prima con una passerella al centro commerciale GranFiume (dove una settimana prima ci sarà la presentazione ufficiale della 26.a edizione), poi con un controllo timbro a Maron di Brugnera e un’ulteriore presentazione degli equipaggi protagonisti. “Qui da noi è attivo da diversi anni un club che collabora strettamente con l’organizzazione della corsa – spiega il sindaco Renzo Dolfie abbiamo voluto dare spazio alla passione per il fuoristrada, l’avventura e gli spazi aperti. Sarà un momento di festa variopinta, con la carovana dei mezzi che farà sosta per un’ora, permettendo di soddisfare la curiosità anche di chi non li ha mai visti in azione, ma ne ha certamente sentito parlare”.

 

Carlo Ragogna

Ufficio Stampa Italian Baja

Foto Archivio Italian Baja (PTPHOTO)

 

 

 

              

 



sponsor+


partner

 

CAMPIONATI

ARCHIVIO:

 2017 - 2018

    


Gianna Vardanega - Via Broch 5 33070 Brugnera (PN) policy/privacy - Cookies - P.IVA 01432960936
Testata giornalistica quotidiana registrata al Tribunale di Pordenone al nr. 41/2013